AGGIORNAMENTO – Qui sotto trovate una sorta di guida sulla Coppa America 2021, con tante informazioni e i risultati, mentre cliccando QUI potete leggere il mio commento a conclusione della competizione e sulla prestazione di Luna Rossa.

Nella notte tra martedì 9 e mercoledì 10 marzo prende il via l’America’s Cup, in italiano Coppa America, ovvero la competizione di vela più famosa e importante al mondo. L’edizione di quest’anno è per noi italiani ancora più importante e bella, perché a cercare di conquistare il trofeo c’è Luna Rossa, imbarcazione italiana.

Ma partiamo dall’inizio.

DOVE SI SVOLGE LA COPPA AMERICA – Quest’anno l’America’s Cup si tiene in Nuova Zelanda, e per la precisione nelle acque del golfo di Hauraki a Auckland. Questo perché l’ultima edizione è stata vinta dall’imbarcazione Emirates Team New Zealand, che è quindi il team detentore della coppa, il cosiddetto defender.

UNA BARCA ITALIANA – Ma la Coppa America è una sfida tra due imbarcazioni: l’altra è, come detto, l’italiana Luna Rossa Prada Pirelli, che rappresenta dunque il cosiddetto challenger, lo sfidante. È la terza volta nella storia che a contendere la coppa c’è una barca italiana e la stessa Luna Rosa torna in finale 21 anni dopo la sua prima volta, che fu nel 2000, sempre ad Auckland, sempre contro i neozelandesi (all’epoca finì 5 a 0 per i padroni di casa). Nel 1992 invece fu Il Moro di Venezia a competere in Coppa America, proprio contro gli americani, a San Diego (in quel caso finì 4 a 1 sempre per i padroni di casa).

PERCHÉ LUNA ROSSA – Contro i neozelandesi gareggia Luna Rossa, poiché qualche settimana fa ha vinto la Prada Cup, ovvero il trofeo degli sfidanti, la competizione che serve a determinare il challenger, l’imbarcazione che affronterà i campioni in carica per la conquista della coppa. Avversarie di Luna Rossa in questa competizione sono state l’imbarcazione statunitense American Magic e quella britannica Ineos Team UK (contro quest’ultima, Luna Rossa ha vinto la finalissima 7 a 1).

IL TEAM LUNA ROSSA – Il Team di Luna Rossa Prada Pirelli conta oltre 100 membri, ma a scendere in acqua sono in 11. Ci sono anzitutto i timonieri James Spithill e Francesco Bruni, il trimmer di randa Pietro Sibello e i grinder Matteo Celon, Umberto Molineris, Enrico Voltolini, Emanuele Liuzzi, Romano Battisti, Gilberto Nobili, Nicholas Brezzi, Pierluigi De Felice. Lo skipper a terra è Max Sirena, mentre il patron di Luna Rossa è Patrizio Bertelli.

IL VANTAGGIO DEI NEOZELANDESI – I neozelandesi hanno certamente alcuni vantaggi, come del resto prevede il regolamento: anzitutto hanno già vinto quattro anni fa e sono quindi i campioni in carica, gareggiano per questo nelle acque di casa e soprattutto hanno potuto stabilire le regole di partecipazione a questa edizione. In generale sono molto forti.

UN PO’ DI STORIA – La Coppa America è sempre una competizione molto importante e famosa, anzitutto perché si tratta del trofeo più antico del mondo. Infatti la prima edizione della competizione fu organizzata nel 1851, ovvero 170 anni fa, e a contendersi la cosiddetta “la coppa delle cento ghinee” (per via del costo che aveva all’epoca) c’erano solo una barca americana e una inglese. Vinsero gli americani, che da allora sono riusciti a difendere il titolo per 132 anni, fino a quando nel 1983 gli sfidanti australiani riuscirono a vincere, salvo poi riperdere contro gli americani nella successiva edizione. Negli ultimi trent’anni hanno vinto 5 volte gli americani, 3 volte i neozelandesi e 2 volte gli svizzeri di Alinghi.

UNA SFIDA TECNOLOGICA – Ma la Coppa America è importante anche per l’elevato sviluppo tecnologico delle imbarcazioni in gara. Ogni volta infatti i vari team cercano di progettare e realizzare barche più all’avanguardia possibile. Insomma, la sfida è anche di tipo tecnologico.

LE BARCHE – A proposito di tecnologie le imbarcazioni di quest’anno hanno molto di innovativo. In base alle regole stabilite, come detto, dai padroni di casa neozelandesi, dopo le ultime edizioni disputate su catamarani, quest’anno si torna all’uso di monoscafi. Nello specifico si tratta degli AC75, lunghi oltre venti metri e larghi cinque, caratterizzati da due ali mobili (i cosiddetti hydrofoils) ai lati degli scafi. A tal proposito spiega il Post: “Queste particolari appendici, collegate a un sistema idraulico, vengono immerse in acqua e a velocità sostenuta creano portanza, cioè la forza perpendicolare alla direzione di moto che spinge verso l’alto permettendo l’innalzamento delle barche durante la navigazione. In questo modo gli scafi non offrono resistenza all’acqua, l’attrito diminuisce e aumentano invece velocità e manovrabilità”.

Qui sotto una interessante ed evocativa infografica riguardante queste barche (in particolare Luna Rossa) e realizzata da La Gazzetta dello Sport.


LA FORMULA E IL CALENDARIO – L’inizio delle regate era previsto per il 6 marzo, ma è stato posticipato a causa del lockdown imposto dalle autorità di Auckland in seguito all’aumento dei casi di positività al coronavirus fra la popolazione locale. Le regate si disputano quindi dal 10 marzo fino al 17 marzo, ma la competizione potrebbe anche finire prima. Infatti la sfida è al meglio delle 13 regate: questo vuol dire che l’imbarcazione che per prima ne vince 7, si aggiudica il trofeo (e determina la conclusione della competizione). Ogni giorno si disputano due gare. Qui sotto il calendario completo della Coppa America. [aggiornamento: a causa di poco vento il 14 marzo non si sono disputate le due gare previste, quindi il nuovo calendario a partire da tale giorno è posticipato di un giorno; inoltre a causa di poco vento gara 10 è stata rimandata al giorno dopo]

EwCT6f5XMAcSku6 (2835×3508)


DOVE VEDERE LA COPPA AMERICA – Le  regate dell’America’s Cup vengono trasmesse in diretta sul canale YouTube dell’America’s Cup, sul sito web di Luna Rossa, e poi (in Italia) anche su Rai 2 e Rai Play, e su Sky Sport America’s Cup (canale 205). Tutto questo a partire dalle ore 3.45 circa.

I RISULTATI (IN DIRETTA) – Vengono elencati qui sotto i risultati in diretta della Coppa America, indicando per ciascuna gara il team vincitore:

– gara 1: 🇳🇿 Team New Zealand
– gara 2: 🇮🇹 Luna Rossa
– gara 3: 🇮🇹 Luna Rossa
– gara 4: 🇳🇿 Team New Zealand
– gara 5: 🇮🇹 Luna Rossa
– gara 6: 🇳🇿 Team New Zealand
– gara 7: 🇳🇿 Team New Zealand
– gara 8: 🇳🇿 Team New Zealand
– gara 9: 🇳🇿 Team New Zealand
– gara 10: 🇳🇿 Team New Zealand
Risultato: 🇳🇿 7-3 🇮🇹

Vince: 🇳🇿 Team New Zealand

Se hai letto fin qua vuol dire che quello che ho scritto è interessante e utile, e ti ringrazio di questo. Quello che faccio, che scrivo, che condivido, lo faccio più che volentieri, ma richiede tempo, spesso tanto tempo, per garantire una buona ed esaustiva informazione per chi poi leggerà. Quindi se ti va, sappi che puoi anche sostenermi e permettere che questo progetto possa continuare e migliorare sempre di più: puoi sostenermi cliccando sul pulsante verde qui sotto…


CONSIGLI DI LETTURA – Oltre a quanto scritto qui, si segnalano alcuni contenuti utili per approfondire:
Eurosport ha scritto un “alfabeto” dell’America’s Cup, con tutte le parole da conoscere per seguire la finale [potete leggere il contenuto cliccando QUI]
Vita Sportiva ha scritto invece un elenco delle dieci principali cose da sapere soprattutto per chi guarda la Coppa America per la prima volta [potete leggere il contenuto cliccando QUI]
Il Post (come riportato sopra) ha scritto una guida su questa Coppa America [la potete leggere cliccando QUI]