Migliaia di persone hanno invaso e colorato di rosso Piazza Duomo a Milano mercoledì 4 settembre 2019 per festeggiare i 90 anni della Scuderia Ferrari e le 90 edizioni del Gran Premio d’Italia. Insomma, 90 anni di emozioni.

Io c’ero! Ed è stato molto molto emozionante.

Dopo l’apertura musicale a cura di RTL 102.5 con Angelo Baiguini, l’evento è stato gestito da Sky Sport con la presenza e la conduzione di Carlo Vanzini e Federica Masolin, insieme a Marc Gené.

Sono saliti sul palco tantissimi ospiti, campioni e piloti di ieri, di oggi e di domani, uomini e donne che hanno fatto la storia della Ferrari e del GP di Monza.

Ad aprire il pomeriggio sono stati Angelo Sticchi Damiani, Geronimo La Russa e Giuseppe Redaelli.

I primi piloti a salire sul palco sono stati i campioni del futuro (che comunque stanno già facendo bene oggi, nel presente), ovvero i ragazzi della Ferrari Driver Academy (FDA): Giuliano Alesi, Mick Schumacher, Callum Ilott, Marcus Armstrong, Robert Shwartzman, Enzo Fittipaldi.

Sono poi saliti sul palco i campioni del passato. Prima i piloti di diversi anni fa, come Arturo Merzario, Gerhard Berger, Jean Alesi, Ivan Capelli, René Arnoux, Mario Andretti, Alain Prost. Poi i piloti degli ultimi anni, come Giancarlo Fisichella, Felipe Massa, Kimi Raikkonen, Luca Badoer, Eddie Irvine.

Momento molto importante è stata la presenza sul palco di Angelo Sticchi Damiani (presidente dell’ACI), Chase Carey (presidente della Formula 1), Jean Todt (presidente della FIA, nonché ex direttore e amministratore della Ferrari ai tempi d’oro delle vittorie di Schumacher), che hanno ufficializzato il prolungamento della durata del Gran Premio d’Italia fino al 2024.

Ovviamente, il momento più atteso è stato quello con i due campioni attuali della Scuderia Ferrari, i due piloti titolari che corrono in Formula 1 per la squadra di Maranello, ovvero Sebastian Vettel e Charles Leclerc.

Sul palco poi anche la dirigenza della Ferrari, ovvero Piero Ferrari (Vicepresidente), Louis Camilleri (Amministratore Delegato), oltre a Mattia Binotto (team principal della Scuderia Ferrari), e anche Antonio Giovinazzi, terzo pilota della Ferrari (e attuale pilota dell’Alfa Romeo Racing).