Il 25 aprile è la mia festa preferita. Perché ci ricorda l’importanza del passato, l’importanza di conoscere la Storia per vivere con consapevolezza il nostro presente e costruire un futuro migliore (in fondo, a questo serve conoscere la Storia).

Il 25 aprile ci ricorda che la libertà che noi abbiamo oggi, quella che ci permette di poter dire sempre la nostra opinione (giusta o sbagliata che sia), quella che ci permette di viaggiare da un Paese all’altro, quella che ci permette di votare, di scegliere, di agire, ecco, la nostra libertà di oggi è il frutto di quel giorno di 75 anni fa (e dei precedenti venti mesi).

Oggi viviamo in un mondo libero anche grazie alle idee e alle azioni di quei tanti giovani che ebbero a cuore il futuro e il bene del nostro Paese. Oggi viviamo in un’Italia libera grazie ai partigiani, alle donne e agli uomini della Resistenza, che combatterono contro la dittatura fascista e l’occupazione nazista.

Ricordiamoci di questo, e ricordiamocelo sempre, ogni giorno, ogni anno. Che il 25 aprile non sia una bandiera da sventolare una volta all’anno! Perché la libertà, la democrazia, i diritti, non sono cose scontate, ma vanno difese e salvaguardate ogni giorno, da tutti, per il nostro bene, per il bene di ognuno di noi!