È tempo di elezioni. Ecco allora qui sotto una breve guida…

LE DATE – Domenica 3 e lunedì 4 ottobre 2021 si svolgono le elezioni amministrative in oltre un migliaio di comuni italiani per scegliere il nuovo Sindaco (e ci sono anche le elezioni regionali in Calabria). Nei Comuni con più di 15 mila abitanti, nel caso in cui nessun candidato ottenga la maggioranza assoluta dei voti, si svolgerà il ballottaggio tra i due più votati domenica 17 e lunedì 18 ottobre.

COME SI VOTA – I seggi sono aperte dalle ore 7 alle 23 di domenica e dalle ore 7 alle 15 di lunedì. Per poter accedere al seggio non è obbligatorio il green pass. È invece obbligatorio rispettare tutte le normative anticovid, come indossare la mascherina, igienizzare le mani, evitare assembramenti, stare distanziati durante le file. Si può votare barrando la casella con il nome del candidato sindaco che si vuole eleggere oppure si può barrare il simbolo di una lista, con la possibilità di esprimere massimo due preferenze per i candidati al Consiglio comunale, purché siano di genere diverso.

LE CITTÀ AL VOTO – L’importanza di tali elezioni amministravi deriva dal fatto che interessano la maggior parte delle più importanti e popolose città d’Italia. Si vota infatti in 6 capoluoghi di Regione: Roma, Milano, Torino, Napoli, Bologna e Trieste. E si vota anche in altri 16 capoluoghi di provincia: Benevento, Carbonia, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Pordenone, Ravenna, Rimini, Salerno, Savona e Varese.

ROMA – Nella capitale sono 22 i candidati alla carica di Sindaco. I principali sono la Sindaca uscente Virginia Raggi, sostenuta dal Movimento 5 Stelle, il candidato del centrodestra Enrico Michetti (sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Rinascimento Sgarbi, Cambiamo!), il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri (ex ministro dell’Economia e sostenuto da Partito Democratico, Partito Socialista, Europa Verde, Democrazia Solidale) e il leader di Azione (nonché ex ministro) Carlo Calenda.

MILANO – Anche nel capoluogo lombardo si è ricandidato il Sindaco uscente di centrosinistra Beppe Sala (sostenuto da Partito Democratico, Europa Verde, Volt, Radicali, Liberi e Uguali), e tra i principali sfidanti ci sono il candidato del centrodestra Luca Bernardo (sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia), Layla Pavone del Movimento 5 Stelle e Gianluigi Paragone.

TORINO – Nel capoluogo piemontese invece non si ricandida, per scelte personali, la Sindaca uscente Chiara Appendino (M5S). Qui i principali contendenti alla carica di primo cittadino sono il candidato del centrodestra Paolo Damilano (sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Popolo della Famiglia), il candidato del centrosinistra Stefano Lo Russo (sostenuto da Partito Democratico, Articolo Uno, PSI, Sinistra Ecologista), e Valentina Sganga del Movimento 5 Stelle (sostenuta anche da Europa Verde).

NAPOLI – In Campania a sfidarsi sono soprattutto due candidati: quello dell’alleanza Pd-M5S Gaetano Manfredi (ex ministro dell’Università, sostenuto anche da Centro Democratico, Europa Verde, Moderati) e quello del centrodestra Catello Maresca (sostenuto da Fratelli d’Italia, Forza Italia, Cambiamo!, Noi con l’Italia, ma non dalla Lega, che non ha potuto presentare la lista a causa di sue inadempienze burocratiche).

BOLOGNA – Anche nel capoluogo emiliano sono di fatto due i principali sfidanti per la carica di primo cittadino: da un lato il candidato del centrosinistra Matteo Lepore (assessore uscente, sostenuto da Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Europa Verde, Italia Viva, Liberi e Uguali, Volt, PSI), dall’altro lato il candidato del centrodestra Fabio Battistini (imprenditore, sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Unione di Centro, Popolo della Famiglia).

TRIESTE – Oltre al Sindaco uscente di centrodestra Roberto Dipiazza (sostenuto da Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Cambiamo!), si sfidano anche il candidato di centrosinistra Francesco Russo (sostenuto da Partito Democratico, Articolo Uno), Alessandra Ricchetti del Movimento 5 Stelle, e altri candidati.

LE ALTRE CITTÀ – A Benevento si ricandida il Sindaco uscente Clemente Mastella, sostenuto da Forza Italia, ma non da Lega e Fratelli d’Italia che hanno la loro candidata (Rosetta De Stasio), mentre il PD ha candidato Luigi Diego Perifano. Altri sindaci di centrodestra uscenti che si ricandidano sono quelli di Pordenone (Alessandro Ciriani), Novara (Alessandro Canelli), Grosseto (Atonfrancesco Vivarelli Colonna). Invece Sindaci di centrosinistra uscenti e ricandidati sono quelli di Varese (Davide Galmberti), Ravenna (Michele De Pascale), Latina (Damiano Coletta, anche se di fatto civico), Caserta (Carlo Marino), Salerno (Vincenzo Napoli). Centrodestra separato a Ravenna (un candidato per Forza Italia, un altro per Lega e Fratelli d’Italia e un altro ancora per Rinascimento e Popolo della Famiglia), alleanza PD-M5S a Varese, Grosseto, Pordenone, Ravenna, Isernia.

CALABRIA – A seguito della improvvisa e prematura morte della Presidente di Regione in carica, Jole Santelli, avvenuta nell’ottobre del 2020, in Calabria si tengono elezioni regionali in anticipo rispetto alla scadenza naturale della legislatura. I candidati sono quattro: quello del centrodestra Roberto Occhiuto (sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega, Noi con l’Italia, Unione di Centro, Coraggio Italia), la candidata dell’alleanza PD-M5S Amalia Bruni (sostenuta anche da Europa Verde, PSI, Articolo Uno), poi Luigi de Magistris (sindaco uscente di Napoli, sostenuto dalla sinistra radicale) e Mario Oliverio (ex presidente regionale calabrese con il centrosinistra dal 2014 al 2020).