Da qualche giorno su Instagram è disponibile una nuova funzionalità (chiamata REELS), che permette di registrare clip di 15 secondi con la possibilità di aggiungere testo, audio, transizioni, effetti, di fare tagli, modificare la velocità, ecc.

Il modello di riferimento di tale funzionalità è di tatto TikTok, piattaforma social cinese che conta 800 milioni di utenti attivi, e quindi competitor della galassia social di Zuckerberg. Non è la prima volta che quest’ultimo prende spunto da altri social: nel 2016 nacquero le Storie Instagram (poi implementate anche su Facebook WhatsApp), “copiate” da Snapchat.

Ma non è finita qui…

Il lancio di questa nuova funzionalità di Instagram non avviene in un momento qualunque per i social networks e per TikTok in particolare.

Infatti, recentemente l’India ha deciso di bandire TikTok, ufficialmente per motivi di privacy, ma in verità a causa della rivalità storica e geopolitica tra India e Cina. Inoltre, anche Stati Uniti e Australia stanno pensando di bloccare l’app, mentre il Garante della Privacy italiano ha chiesto una task force europea.

Insomma, si tratta di social networks, cose che per molte persone possono sembrare banali, scontate, nella loro quotidianità, ma dietro cui si muovono dinamiche e questioni geopolitiche, oltre che economiche, notevolmente importanti.